Danilo e Rita – Il cambiamento climatico

Study the transcript of this episode as a lesson on LingQ, saving the words and phrases you don’t know to your database. Here it is!

Hai visto che bella giornata che c’è oggi?

C’è un bellissimo sole e il cielo è terso e pulito.

È veramente una bellissima e stupenda giornata.

Eh sì, bravo, ma hai visto il termometro?

E lo so ho visto in effetti che il termometro sta scendendo brutalmente e hanno detto che questa notte dovrebbe nevicare, spero che non nevichi troppo e che non faccia troppi danni.

Beh, qui da noi in pianura magari farà solo una spolverata ma in montagna ha già incominciato a piovere oggi, anche a bassa quota.

Come, piovere?

A nevicare.

Si, scusa a nevicare.

E perché ho visto che anche a bassa quota ha incominciato a nevicare.

Saranno molto contenti gli operatori turistici così avranno un po’ di sciatori che durante le vacanze di Natale batteranno le piste da sci.

Si, adesso è un po’ presto ora che aprono le piste da sci ossia intorno alla prima settimana di dicembre questa neve può essersi già sciolta speriamo che se nevica adesso poi rimanga giù, anche se questo vorrebbe dire un gran freddo.

Sai che in montagna fa sempre freddo per cui non credo che in montagna la neve si sciolga, anzi loro son ben contenti che rimanga giù la neve.

Ti ricordi qualche anno fa che non è nevicato per niente erano veramente disperati, sui campi da sci erano cresciute le margherite e anche se sparavano la neve artificiale non avevano risolto il loro problema.

Mah.

con il cambiamento climatico questo viene sempre più spesso ad esempio tanti anni fa c’era modo di pattinare sul ghiaccio all’aperto a Milano ed era bellissimo e adesso invece non aprono più nemmeno l’impianto perché gli verrebbe a costare troppo mantenerlo aperto con il caldo.

Già ad aprile ci sono delle giornate caldissime poi magari ritorna il fresco in maggio o fino a giugno però a volte si va in giro in maniche corte anche in aprile, chiaro che lasciare il ghiaccio all’aperto sotto un sole così forte viene a costare troppo.

Mah, questa faccenda qui delle variazioni climatiche ci credo ben poco.

Se ti ricordi qualche anno fa quando è sceso oltre un metro di neve qui da noi è successo veramente un bel disastro.

Oltretutto la temperatura era scesa a meno diciassette gradi, cosa che qui da noi non succede mai, nemmeno forse nella storia non è mai successo oltre un metro di neve e una temperatura così bassa e oltretutto ha paralizzato completamente i sistemi meccanici per rimuovere la neve perché addirittura ghiacciava il gasolio dentro nei motori diesel.

Erano tutti i camion fermi è stato veramente un disastro spero che questa volta la nevicata sia molto più sottile.

Si, infatti non è ben chiaro ci dicono che il clima sta cambiando che sta diventando sempre più caldo ma in realtà quest’estate non è stata affatto un’estate calda e nemmeno lo è stata l’estate precedente e anche gli inverni sono piuttosto freddi, ci sono delle nevicate e così via.

L’unico problema che vedo è che c’è sicuramente quella che viene chiamata una tropicalizzazione del clima ossia capita più spesso che ci siano degli sbalzi di temperatura o delle.. degli eventi estremi come uragani, tempeste e così via.

Mah, questo qui infatti è vero perché ci sono dei fenomeni che non sono mai, infatti come questa nevicata tremenda, che qui da noi, appunto, non si sono mai verificati e tutto ad un tratto invece adesso saltano fuori.

Questa qui è veramente una cosa strana, guarda quante inondazioni in questo momento si stanno vedendo giù anche nella nostra Italia.

Ecco e poi un’altra cosa che non c’entra con l’aumento del calore è che nel sud Italia cominciano ad avere problemi di freddo fino a pochi anni fa nessuna casa o quasi nessuno aveva riscaldamento, soprattutto tutte le vecchie case non avevano il riscaldamento.

Adesso una ad una hanno dovuto metterlo perché altrimenti crepano di freddo in inverno.

Hai perfettamente ragione, la neve è sempre stata qui da noi d’inverno e giù invece ci sono sempre state temperature abbastanza miti.

Invece negli ultimi anni giù continua a nevicare, piovere invece qui in alta Italia il tempo è sempre più mite.

Si, secondo me ci sono in queste dichiarazioni della stampa sempre dei motivi reconditi per diffondere certe voci piuttosto che altre.

Ad esempio il buco dell’ozono c’è stato un periodo in cui non si faceva altro che parlare del buco dell’ozono adesso all’improvviso non se ne parla più… c’è ancora il buco dell’ozono non c’è più si sta allargando, no si sta allargando?

In realtà non c’era nulla che provasse che il buco dell’ozono si stava davvero allargando o che fossimo noi veramente a causare l’allargamento e infatti adesso è passato di moda e si parla di altri tipi di cambiamento climatico si parla sempre di CO2, di anidride carbonica.

Prima l’anidride carbonica non veniva mai nominata, si nominava il freon, si nominavano altri gas, quelli dei frigoriferi delle bombolette e così via.

Mah, questa storia del buco dell’ozono, alcuni scienziati addirittura affermano che ci fosse già anche diversi milioni di anni fa, per cui non è detto che si sia formato adesso.

Forse prima non c’erano i mezzi per poterlo verificare.

Infatti purtroppo quando sono coinvolte delle discipline che noi chiamiamo scienza ma che di scienza hanno relativamente poco soprattutto a livello di previsione eh… spesso le aziende e le multinazionali e la politica strumentalizzano i risultati di queste.. degli scienziati e danno maggior visibilità a certi risultati piuttosto che ad altri.

Mah, li danno a seconda di quello che fa comodo a loro perché c’è un sacco di gente che continua a parlare di cose che forse neanche conosce, ma magari per sentito dire o per altro.

poi vengono ingrandite un po’ come il telefono, quel gioco che si faceva da bambini che è il telefono senza fili che si passa parola di parola ma alla fine la parola viene storpiata, viene ingrandita o addirittura inesistente.

Si, probabilmente è così, poi la stampa fa anche il resto perché i giornalisti si buttano sulle notizie e continuano a parlare, ci sono dei periodi in cui si sente alla televisione alla radio sui giornali, si sente parlare sempre dello stesso argomento, sembra che sia fondamentale ed dopo un po’ sparisce eppure il fenomeno rimane sempre questo vale un po’ per tutto, ad esempio c’è stato il periodo in cui alla televisione non si parlava d’altro che degli extracomunitari del pericolo che si ha andando in giro perché gli extracomunitari sono cattivi e violentano le donne così via.

Poi all’improvviso basta si parla d’altro si parla della crisi economica eccetera, eccetera gli extracomunitari vanno bene e allora o andavano bene anche prima o non vanno bene neanche adesso non si capisce bene come mai prima si parlasse e dopo no.

Ma sai che i giornalisti devono sempre tirare fuori qualche cosa di nuovo perché se gli argomenti sono sempre quelli diventa una cosa un po’ trita e ritrita e di conseguenza non crea più quell’interesse nell’ascoltatore, invece in questo modo automaticamente c’è una nuova notizia e automaticamente quella vecchia viene messa in cantina anche se è di attualità.

Sì, poi c’è la politica che fa molto perché le leggi restrittive per gli extracomunitari, guarda caso sono state emanate proprio dopo le campagne di stampa contro… per la sicurezza nelle strade così via.

Adesso hanno fatto proprio l’altro giorno una statistica e si è visto che la gente non è più preoccupata per la sicurezza nelle strade come è?

Cos’è successo nel frattempo?

Niente, semplicemente la televisione ha smesso di parlarne allora la gente si è messa tranquilla.

Sì, perché il governo ha detto che adesso che ha sistemato tutte le cose, manderà via i clandestini, mah.. bisogna vedere poi in effetti se questo è vero e se questo poi avverrà.

Però la gente evidentemente si sente tranquilla e non ci pensa più.

Adesso abbiamo altri problemi che dobbiamo risolvere, e sono tanti.

Sì, va beh, comunque bisognerebbe veramente che noi come cittadini facessimo qualcosa per una stampa più seria e più… meno legata agli interessi degli ascolti e meno legata agli interessi politici.

Ma la notizia deve fare notizia se no, appunto, gli ascoltatori, t’ho detto, dopo si annoiano a sentire sempre le solite cose, hanno sempre bisogno di qualche cosa di eclatante perché rimanga viva in loro la curiosità e ascoltino i telegiornali.

Altrimenti non li ascolterebbero più nessuno.

Sì, adesso c’è il periodo dei processi per omicidio ci sono tre-quattro processi per omicidio tutte le volte e sembra che all’improvviso in Italia non si faccia altro che ammazzare la gente, ma non è così, la quantità di persone che e si uccidono è sempre la stessa solo che adesso devono riempire i vuoti con questi processi.

Leave a Comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s