Danilo and Rita – A brewery at Home

Want to study this episode as a lesson on LingQ? Give it a try!

Beer is delicious and healthy, and not difficult to prepare.(La birra è deliziosa e sana, e non è difficile da preparare.)

Allora ho visto che ti è piaciuto il mio regalo?

Era da un bel po’ che volevo fartelo ma il negozio non era più accessibile attraverso la strada perché c’erano i lavori in corso.

Allora ho aspettato pazientemente alla fine la strada è tornata e te l’ho comperato.

Devo dire che quel regalo è veramente bello, il kit per fare la birra in casa è favoloso, infatti, oggi mi sono divertito e ho imbottigliato tutta la birra che ho fatto.

Mah, pensavo che fosse più difficile ma in fondo, in fondo il processo è abbastanza semplice.

Adesso però devo aspettare che maturi nelle bottiglie per assaggiare e vedere se effettivamente è venuta fuori una buona birra oppure no, bisogna imparare!

È che non ne potevi più dal provare ad imbottigliare così hai aspettato solo il minimo, minimo, minimo necessario perché maturasse e fermentasse, speriamo che fosse sufficiente

Oh no, no, un momento!

Io ho aspettato il tempo giusto, infatti, nel kit c’è anche un densimetro che serve proprio per calcolare la densità della birra e ti indica esattamente quando è pronta, infatti hai visto che dal tino non gorgogliava più per cui vuol dire che era già arrivata a maturazione.

Il densimetro mi ha dato la conferma.

Mah, io i primi giorni avevo paura perché continuava a gorgogliare e avevo paura che durante la notte esplodesse la botte.

Nooo, dai esplodere è addirittura esagerato.

La fermentazione si bolle e ri-bolle nel tino però è sempre una cosa controllata tanto è vero che vedi che c’è uno sfiato per i gas in modo tale che non si accumuli il gas.

Tutto al più sarebbe saltato il coperchio, niente di grave.

Non è che esce il liquido e viene nella stanza da letto tipo “Blob”** non siamo a questo livello.

Va beh, per fortuna è passato pian pianino si è calmato e adesso non faceva più nessun rumore.

Vediamo, adesso quanti giorni devono passare?

Adesso devono passare sette giorni nella bottiglia alla temperatura ambiente, per la seconda maturazione, perché c’è andato anche lo zucchero nella bottiglia, che serve per fare le bollicine, quelle buone che danno quel senso di gas alla birra, e poi devo metterle in cantina al fresco.

Da qui ancora un po’ di giorni la birra dovrebbe essere pronta però mediamente dicono che ci vuole sei mesi per farla maturare proprio al punto giusto.

Ma vedremo un po’, ogni tanto ne proviamo una e vediamo a che punto è. Questa sarebbe una birra leggera?

Si questa è quella più leggera che c’è, che in effetti a me piacciono le birre leggere però volevo provare anche la Pils che è quella un pochino più… diciamo più profumata come birra è una birra molto leggera ma è più profumata.

Prossima volta!

A me piace anche la Guinnness, però a piccole dosi per cui fare sessanta bottiglie di Guinness diventa un po’ difficile da bere poi.

Nel catalogo che c’era allegato al kit c’è proprio un illustrativo dove ci saranno.. non so quanti di birra forse trenta quaranta tipi di birra che si possono fare con questo kit.

L’importante è acquistare il malto giusto per realizzare la birra che vuoi da quelle più chiare è a quelle più scure, però quelle scure non mi piacciono.

Mah vedremo, ne proveremo varie.

L’unica che veramente non mi piace tanto è quella rossa.

Ti ricordi quando siamo andati a Monaco che abbiamo scoperto la birra Spaten che era buonissima no?

Beh in Germania sai che la birra è il top, insomma, la loro bevanda nazionale per cui la fanno veramente molto bene, e quella che fanno in Germania soprattutto non da alla testa, non è molto alcolica, ne puoi bere quanto vuoi tanto è vero che loro ne devono a litri e non succede niente, insomma, non succede niente non proprio però comunque e non dà fastidio ecco.

Si, peccato che quel tipo di birra li so che non ci sia più come birra originale perché la Spaten è stata assorbita da un’altra azienda più grande.

Comunque vedremo un po’ sono curiosa a me piaceva anche quando siamo andati in Inghilterra in quel pub, insomma, è anche tutta l’ambientazione intorno è importante per gustare la birra.

È vero però sono sempre birre industriali, la birra fatta in casa o dai birrifici sai come quello che c’era a Milano, anzi penso che ci sia ancora, dove andavamo a mangiare e ci davano la birra fatta da loro perché era proprio un birrificio, per cui ti danno la birra non filtrata che è come quella che verrà fuori dalle mie bottiglie ed è molto più corposa.

La birra cruda, come la chiamano, è molto più buona di quelle li industriali, insomma, a me piace di più.

Si, anche lì però il bello è un po’ tutta l’ambientazione vedere queste grandi botti la lavorazione poi i tavoloni di legno il tipo di cibo che gli propongono insieme alla birra, tutta una serie di cose che la rendono più gustosa.

Vero è che comunque d’estate con la pizza una birra ci vuole.

Beh la birra devo dire che è proprio una bevanda, almeno da noi, più estiva perché la birra deve essere bevuta fredda.

La birra calda è una cosa schifosa, ora d’inverno bere la birra fredda, insomma, non è proprio il massimo anche se sei al caldo.

Devo dire che dopo il vino la birra comunque è la bevanda più buona, almeno per me, poi magari qualcun altro preferisce la coca-cola però devo dire che la birra da molta soddisfazione.

Si, la birra è alcolica la coca-cola no, io mi ricordo di essere andata una volta a casa di amici e c’era un ragazzo che diceva “a me piace tantissimo la birra però purtroppo spesso ne bevo troppo e l’alcool mi da alla testa” e io gli ho detto “beh, ma c’è dell’ottima birra analcolica perché non prendi quella?” e lui mi ha risposto “e brava se tolgo l’alcool che birra è?”

E in effetti ha ragione, se togli l’alcool alla birra togli tutto il buono!

È così come togliere l’alcool al vino che cosa rimane?

Rimane una bevanda insipida, il bello proprio di queste bevande è quel minimo di alcool che, insomma, ti da un po’ di ebbrezza se ne bevi tanta però.

Perché di birra non basta una lattina… il contenuto di alcool è molto limitato rispetto al vino.

Un bicchiere di birra rispetto ad un bicchiere di vino contiene decisamente molto meno alcool.

Si, infatti, se ne beve anche molta di più.

Comunque adesso ho letto che stanno sviluppando dei metodi per il vino a bassissima gradazione alcolica.

Ho sentito che adesso stanno sviluppando un metodo per fare del buon vino analcolico o quasi analcolico, o Dio, non sarà un gran che però l’idea di poter andare da amici bere un po’ di vino senza problemi poi per tornare a casa con la macchina in fondo è positivo perché attualmente chi guida non può bere, anzi i controlli sono diventati ancora più stringenti hanno limitato ulteriormente quasi zero la quantità di alcool ammessa durante la guida.

Mah scusa è, il vino senza l’alcool è un succo d’uva.

Allora bevi il succo d’uva ed è la stessa cosa!

In Italia, per legge, il vino per chiamarsi tale deve avere almeno 12° alcolici, cioè il 12% di alcool.

Ora se gli togli l’alcool diventa, appunto, un succo di frutta, tanto vale andare al supermercato prendere una bella scatola di succhi di frutta ed è la stessa cosa.

Si beve il vino anche perché va gustato con la giusta quantità di alcool.

E, d’accordo, però se non si può bere?.

Ma non è tanto il vino quello che bevono nelle discoteche perché assolutamente nelle discoteche bevono i superalcolici, quelli si che sono veramente dannosi.

Tanto è vero che si ubriacano escono dalla discoteca ubriachi ed infatti al sabato sera, come vedi, sulle strade c’è una strage di ragazzi.

Ma si cosa ho letto!

Che c’è una nuova moda che è quella di presentarsi in discoteca già ubriachi, si beve vino, un bel po’ di vino prima, nelle prime ore della serata con lo scopo di non spendere troppo quando poi si arriva in discoteca, comunque l’effetto finale è lo stesso.

Mah, io sentito invece che quando i ragazzi vanno in discoteca ce ne è uno che non beve e che è quello che riporta a casa tutti gli altri.

Tanto è vero che alcune discoteche sequestrano le chiavi della macchina e, se non sei ubriaco, te le ridanno altrimenti ti mandano a casa a piedi, e fanno benissimo!

Si questa qui è in Alice nel paese delle meraviglie, perché in effetti dovrebbe succedere così e succede così in alcune discoteche virtuose, nelle altre o non c’è nessun controllo oppure i ragazzi girano le carte in modo tale che non si sappia chi è che guiderà o fanno sparire le chiavi e così via.

E ma c’è poi fuori la Polizia che ci pensa a sistemare le cose!

** Blob il fluido che uccide ( film horror fantascientifico )

Leave a Comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s