Danilo e Rita – Negozi di mobili

This and all episodes of this podcast are available to study as a lesson on LingQ. Try it here.

There is a sharp difference in cost between small furniture shops and large department stores. Quality can be the same but, often, if you wish to have the best quality, prices can be extremely high.(Vi è una netta differenza di costi tra i negozi di mobili di piccole dimensioni e le grandi esposizioni. La qualità è spesso la stessa cosa. Ma se si desidera avere la migliore qualità, i prezzi sono estremamente elevati.)

Ma, mi hai detto che tuo fratello sta cercando dei mobili per l’appartamento che ha appena ristrutturato, è vero?

Eh si, oggi è andato all’Ikea e poi l’altro giorno siamo andati insieme a cercarli qui in giro per trovare un divano-letto e un divano normale.

Ma perché vuole cambiare quelli che ha già attualmente o per riempire anche l’altro locale che adesso ha sistemato?

Esatto!

Per riempire ci vogliono i divani poi ci vuole un grande tavolo poi vuole una lampada a stelo, insomma vuole fare tanti acquisti.

Ma cambia anche quello del vecchio salotto o quello li se lo mantiene

No!

Scherzi!

A quelli li tiene tantissimo anche se sono brutti come il peccato!

Spero che non sia come la coperta del suo letto che era ancora quella di quando era andato militare e da allora non l’ha più cambiata!

Mi sembra una cosa assurda ma… se è vero….

Eh, lui si affeziona perché evidentemente gli piacciono le cose che prende e vuole mantenerle.

No ma è anche disposto a spendere per queste nuove cose, il problema è che le vuole simili a quelle vecchie.

Non è facilissimo.

Ah.. dici abbinare il vecchio arredamento con quello nuovo, e però se sono in due locali diversi, insomma la cosa non dovrebbe creare problemi a livello estetico.

Uno dei due divani è nel locale nuovo l’altro invece è in quello vecchio, infatti quello nel locale nuovo sarà un divano-letto mentre quello nel locale vecchio sarà un divano che deve andare ad integrare gli altri due che ha.

È questa la parte difficile.

Non gli conviene cambiare anche quel divano lì vecchio che è talmente vecchio che, non dico che cade a pezzi, ma poco ci manca.

D’accordo affezionarsi alle cose però insomma ….

Intanto che ci sei fai una spesa e arredi anche il vecchio salotto, gli dai un aspetto un pochino più elegante.

Macchè!

Lui ci tiene tantissimo a quei divani non l’ha neanche sfiorato quest’idea!

Si ma poi come sono messi che sembrano, appunto, un compartimento di un treno, insomma, la cosa è un po’ ridicola.

Non riesco a capire come non se ne renda conto.

E lui vive in mondo suo poi gli piacciono così!

Il problema è che li aveva presi al mercato e adesso non li vendono più al mercato.

Trovare delle cose del genere in un negozio normale non è semplice come puoi immaginare.. comunque abbiamo trovato qualche cosa di simile e adesso si tratterà di decidere che cosa prendere, così come per la lampada a stelo adesso lui si è fissato di avere una lampada a stelo altissima che serva per andare a finire al centro del tavolo, ma non troverà mai nessuna lampada così lunga da arrivare fino al centro di un tavolo senza dare fastidio a quelli che stanno vicini, insomma.

Ci credo che quei divanetti li non ne trova più altri due uguali.

Li ha comperati cinquant’anni fa, insomma, da quei tempi ad oggi le cose sono un pochino cambiate, insomma, grazie al cielo hanno migliorato un po’ l’estetica.

E sul fatto della lampada poi sono d’accordo che trovare una lampada che abbia due metri di raggio per arrivare al centro del tavolo è difficile o se la trovi deve essere molto ingombrante.

A mio avviso conviene spostare il lampadario e, al limite, trovare un bel lampadario che scende al centro del tavolo.

Mi sembra la soluzione più bella!.

Eh, ma io ho cercato di dirglielo ma lui si è convinto che non è possibile farlo, non so perché, dice che non c’è l’interruttore io gli ho spiegato che l’interruttore si può anche spostare, ma anche questo gli riesce difficile da comprendere.

Però, insomma, in fondo deve fare le scelte che preferisce ..

Ha, indubbiamente!

Però lo spazio è abbastanza limitato e una lampada così porterebbe via anche tanto spazio perché ha bisogno di un basamento pesante per poter sostenere tutto il peso della lampada e poi comunque se troppo bassa non riesci a passarci sotto e ti da fastidio, se è troppo alta diventa un lampione stradale più che una lampada!

Si infatti, infatti ma lui ha delle difficoltà perché no trova quello che vuole, adesso vediamo sono curiosa di sentire questa sera, quando sarà tornato dall’Ikea se ha trovato qualche cosa di suo gusto.

Comunque l’altra cosa è il divano-letto perché siccome ha appena fatto lamare i parquet non vuole che il divano graffi.. nell’apertura graffi il nuovo parquet.

Il che mi sembra molto giusto, però finora abbiamo trovato solo divani che si aprono trascinandoli, sono quelli più comuni.

Adesso vedremo troveremo prima o poi troveremo quello che lui cerca.

Ma ci sono, scusa, dei divani che non si aprono.

In effetti sono dei letti che hanno una spalliera didietro di conseguenza di giorno è un divano e alla sera basta tirare via i cuscinoni del divano e sotto c’è un materasso.

Questo qui non devi spostare niente, non devi tirare niente e il letto lo si può preparare in cinque minuti.

E certamente!

Però questo deve essere anche uguale a quei famosi divanetti che già ha, quindi la difficoltà è trovare un divano come dici tu e che per di più assomigli a quei due bei divanetti.

Questo è veramente impossibile, te l’ho detto!

Quei divanetti lì li hanno fatti cinquant’anni fa e oggi come oggi non ne fanno più di cose così brutte e orribili.

Di conseguenza cosa fa… cioè come pensa di reagire in questo senso?

Ma ci sono dei divanetti simili, più belli naturalmente, più costosi il problema è che non sono identici quindi non so se starà bene quando li comprerà, accostarli ad altri che sono diversi.

Poi c’è il problema delle fodere no, dovrà rifoderare tutto comperando un tipo di divano che sicuramente non ha le stesse stoffe degli altri, insomma è un problema un po’ complesso, ma lui si diverte, ha tanto tempo libero e si diverte in queste ricerche.

E si, dovrà cercare un bel po’ comunque, per quello che dicevo se cambia questi divanetti qui e ne compera uno che mette in una sala, l’altro nell’altro locale che almeno sono simili e fanno pendant.

Ma, altrimenti cioè dei divanetti così brutti non riuscirai mai ad abbinare a qualcosa di moderno.

No ma lui non vuole affatto qualche cosa di moderno!

Vuole qualche cosa in stile.

Ci sono, è ci sono, li abbiamo visti.

A si basta andare a quei mercati dell’usato.

Eh esatto!

Dove ritirano i mobili vecchi e senz’altro trova qualche cosa dell’epoca di questi divanetti.

Altrimenti potrebbe andare dove sfasciano le carrozze dei treni, sai i vecchi treni quando avevano ancora la terza classe no, ecco forse li trova lo stesso tipo di divanetto!

Ma guarda, sei cattivo che sei.

No!

Guarda che fanno parte di questa nuova wave che si chiama “arte povera” che poi tanto povera non è perché per arte povera spacciano dei mobili che sono nuovi, naturalmente ricostruiti e costano un sacco di soldi.

Ci sono dei bellissimi mobilieri, mobilifici di arte povera anche quelli veneti, ad esempio, fanno delle cose bellissime, non è il caso di quei divanetti ma ce ne sono anche molti altri comò, piuttosto che mobili per cucina, tavoli che sono davvero molto belli e quindi direi che in quel settore li ne puo trovare.

Quelli che invece deve evitare sono quei negozi.. quei piccoli negozi che ci sono lungo le strade tipo quello che c’è qui sopra di noi in cui non abbiamo mai visto entrare nessuno perché sono carissimi.

Non entra mai nessuno, per l’appunto, hanno tre mobili e quelli che hanno li fanno pagare tantissimo.

Io vorrei sapere chi compera lì!

Bah, forse qualche ricco.

Ma normalmente si va in quelle grosse esposizioni dove puoi vedere tantissimi mobili e scegliere quello che più ti piace.

Questi qui hanno superfici enormi con tutti i tipi di mobili dallo stile moderno allo stile antico compresi anche quelli che chiamano, appunto, di arte povera, che di povero proprio non hanno niente!

Si certo!

Soprattutto hanno dei prezzi completamente diversi.

Questi negozietti forse producono per questi grandi magazzini però le loro esposizioni sono carissime.

È un po’ il discorso dei negozi al dettaglio che vanno scomparendo perché non riescono a tenere i prezzi dei grandi magazzini.

Leave a Comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s