Fabio & Gianmarco – Win for Life

Study this episode and any others from the LingQ Italian Podcast on LingQ! Check it out.

Fabio and Gianmarco talk about gambling and about a friend who has a crush on a guy. (Due ragazzi parlano del gioco d’azzardo e dell’attrazione di una loro amica per un ragazzo.)

Fabio – Sai che ieri i miei sono andati… cioè, non i miei, mia mamma, è andata in tabaccheria e ha giocato al nuovo gioco della SISAL Win for Life

Gianmarco – Nuovo gioco della SISAL ….

Win for Life?

Fabio – Sì

Gianmarco – Non mi convince.

Fabio – Perché?

Gianmarco – Perché non mi convincono tutti i giochi della SISAL.

Fabio – Ma tu l’hai… sai com’è?

Gianmarco – No

Fabio – In pratica, ci sono 20 numeri.

Gianmarco – Sì

Fabio – Tu, se ne indovini 11, vinci.

Allora, se ne indovini… allora…dunque, ti spiego, se ne indovini 10…

Gianmarco – Li indovini dove?

Fabio – Cioè, li scegli… 10

Gianmarco – Tu scegli 10 numeri.

Fabio – Sì, e c’è un’estrazione ogni ora

Gianmarco – Ogni ora?

Ah!

Fabio – Sì

Gianmarco – Ah è tipo un enalotto…

Fabio – Sì, però c’è ogni ora, praticamente ogni giorno e ogni ora e…

Gianmarco – all’inizio dell’ora?

Fabio – Non lo so, esattamente, comunque sono questi 11 numeri, se ne indovini 10 e non il numerone, che sono 10 più 1, vinci 9000 euro, se ne indovini 10 più il numerone, 4000 euro al mese per vent’anni

Gianmarco – sì

Fabio – e invece i miei hanno 9 più il numerone e quindi hanno vinto 60 euro.

Gianmarco – Ma scusa, hanno indovinato 9 numeri?

Fabio – sì, sì

Gianmarco – ma quanti numeri vengono estratti?

Fabio – 11

Gianmarco – se vengono estratti 11 numeri loro 10 ne hanno indovinati, 9 più il numerone.

Come hanno fatto ad indovinarne così tanti?

Fabio – Cioè mia mamma non l’ha scelto, l’ha fatto fare al… lì

Gianmarco – aspetta, ma non capisco, la probabilità è bassissima.

Fabio – sì, boh

Gianmarco – ma i numeri quanti sono?

Da 1 a…?

Fabio – a 20

Gianmarco – ah, non tutti da 1 a 99

Fabio – no, sono 20 numeri

Gianmarco – ah, ok

Fabio – sì

Gianmarco – ah, sono 20?

Fabio – in totale sono 20 e fra questi 20 tu ne scegli 11

Gianmarco – scusa, ma se il totale è 20…

Fabio – cioè forse io sto sbagliando, però…

Gianmarco – allora la probabilità è molto alta, troppo alta, secondo me, no?

Fabio – sì anche a me sembra che sia alta.

Gianmarco – hai 20 numeri e ne devi scegliere….

Fabio – forse è un’illusione che ti danno…

Gianmarco – forse è un’illusione, perché…

Fabio – pure secondo me, perché tutti fanno 9 più 1.

Cioè è impossibile che uno va la e va a vincere la prima volta.

Gianmarco – uhm…

Fabio – cioè a tutti può capitare…

Gianmarco – quindi 9 più 1 sono solo 60 euro?

Fabio – sì, invece 10, non il numerone..

Gianmarco – sono?

Fabio – 9000 euro

Gianmarco – e comunque pochi

Fabio – sì, però 10 più il numerone, 9000 euro più 4000 euro al mese per vent’anni.

Gianmarco – ma tu devi scegliere anche il numerone quindi non è un numero da 1 a 20, quindi la probabilità di indovinare il numerone da solo è un ventesimo, giusto?

Fabio – sì

Gianmarco – quindi da sommare alla probabilità di indovinare gli altri dieci numeri

Fabio – sì

Gianmarco – non da sommare, da moltiplicare alla probabilità di indovinare gli altri dieci numeri

Fabio – sì, credo di sì

Gianmarco – e quindi sì, in effetti le probabilità scendono molto

Fabio – ma sicuramente meglio del gratta-e-vinci

Gianmarco – sì, beh, noi in Puglia e in Umbria quest’estate ne abbiamo giocati, credo, 20-30, non ho mai vinto niente, perché ogni volta mi veniva il nervoso perché non vincevo

Fabio – sì

Gianmarco – io vedevo tutti gli altri che vincono

Fabio – cioè ma magari erano attori pagati dalla SISAL

Gianmarco – ma no, anche miei amici che dicevano “io ho giocato e ho vinto una volta 50 euro, 100 euro…”, vabbè vincerò qualche volta anch’io… Mai.

Cioè ma neanche per dire 2 o 3 euro, zero.

Infatti non ci gioco più.

Fabio – No, ma non è una cosa di…

Gianmarco – No, però ..boh dopo un po’ ti fai prendere dalla febbre del gioco.

Fabio – Beh, però è meglio giocare in un gioco in cui tu hai il controllo delle probabilità.

Gianmarco – Sì, sì, infatti

Fabio – puoi scegliere quello che fai anziché affidarsi ad un biglietto già confezionato.

Gianmarco – però, cavolo…

Fabio – c’è ad esempio un amico di famiglia che gioca molto, no gioca molto forte.

Gianmarco – ah, sì, come si chiama, Maggi?

Fabio – sì

Gianmarco – e anche Fera

Fabio – sì

Gianmarco – che, tu non so se lo sai, a Veronica piace Fera.

Fabio – ah, veramente?

Gianmarco – in pratica in vacanza…

Fabio – sì, no, forse sì

Gianmarco – vabbè cioè nel senso, non so se sai questa cosa… in vacanza sono venuti questi qua a trovare Anna, perché anche loro erano in Puglia, in un paese vicino al nostro.

Una sera abbiamo fatto la pizzata, anzi una grigliata, tutti insieme, a casa nostra e Veronica quando ha visto Fera ha detto che era carino, così l’ha detto a me in confidenza

Fabio – ma pensa…come fa a piacere

Gianmarco – sì, cioè, dei gusti, cioè anche secondo me, eh… che stavo dicendo?

Ah, niente lei l’ha visto e poi mi fa, cioè in confidenza “ma quello lì è carino, tu sai come si chiama?” io ho detto no, comunque l’ho detto agli altri, tutti si sono presi bene, perché anche lui aveva fatto apprezzamenti su di lei, aveva detto che è molto carina.

Allora, da quel momento è stata la sua fine, l’abbiamo presa l’abbiamo messa su una sedia, le abbiamo fatto i capelli, truccata, messo i vestiti, così…

Fabio – uhm

Gianmarco – e poi le abbiamo parlato un po’ di lui, che gli piace giocare a poker, così, lei era completamente imbarazzata, e vabbè, li abbiamo fatti sedere vicini, cioè uno di fronte all’altro, però durante tutta la sera non si sono assolutamente considerati

Fabio – uhm

Gianmarco – lei era più rigida…, era veramente un ghiacciolo, non si muoveva, non sapeva cosa dire…

Fabio – sì

Gianmarco – …perché si sentiva gli occhi di tutti addosso, poi le abbiamo fatto anche degli scherzi..”ah, ma Veronica, è vero che tu giochi spesso a poker, che ti piace molto?” e lei “non è vero, non lo so…”.

Poi ad un certo punto le abbiamo messo Poker face come sottofondo musicale e lei si è arrabbiata, cioè .. si è arrabbiata nel senso…

Fabio – e poi basta?

Gianmarco – eh.. basta… poi, cioè sai che lei parla “carino, carino” poi non combina mai niente.

Però l’altro giorno mi fa “eh, però qualche volta potremo uscire con gli amici di Ale…” infatti sperava che alla festa di venerdì scorso ci fosse anche lui poi invece non è venuto.

Fabio – Ah, ma era stata invitata?

Gianmarco – No, non credo

Fabio – allora?

Gianmarco – No, però, cioè noi non lo sapevamo se c’era o no.

Fabio – Eh, bisogna dirlo di invitarla.

Gianmarco – No, ad un certo punto s’era presa bene perché lei ha fatto la hostess per Monza più, quando c’era il Gran Premio a Monza, e ha conosciuto un manovale e lei diceva che era molto carino.

Allora poi, non so come, era riuscita a trovarlo su Facebook, non sapeva neanche il nome però, attraverso un giro che aveva conosciuto lì…

Fabio – ah

Gianmarco – cioè lei ha aggiunta una sua collega, così, l’ha trovato.

S’era presa benissimo però ha scoperto che era del ’91 invece lei è dell’89.

Lo sai che ha tutte queste fisime “No, è più piccolo, non si può.. non si può”, insomma, così.

Fabio – Si fa troppi problemi.

Gianmarco – Cioè alla fine lei trova una scusa per non buttarsi

Fabio – Ma forse non vuole…

Gianmarco – Sì, ma guarda anche secondo me, perché, boh, uno non si preoccuperebbe tanto dell’età, boh, non lo so.

Leave a Comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s